STEPS ECUADOR - Enrica Sintini Febbraio 2015

Inserito il 25/02/2015 alle ore 18:06

Una esperienza che consiglio di fare a tutti; mi sono trovata molto bene sia nella famiglia, sia nel progetto. La famiglia è composta da 6 membri, di cui 4 volontari come me che vengono da Germania, Svezia e Stati Uniti.. Si può dire una famiglia internazionale!. Appena sono arrivata Patricia, la madre ospitante e tutti gli altri ragazzi mi hanno fatta sentire a casa fin dal primo momento; la regole della casa consistono nel parlare solo inspagnolo e adeguarsi alla cultura ecuadoriana. La scuola in cui lavoro si trova a Carapungo e per raggiungerla impiego tutte le mattine un' ora di bus. Il mio compito nella scuola consiste nel fare da sostegno alle insegnanti e aiutare i bambini di quattro anni a scrivere e imparare lettere e numeri; il mio orario è dalle 8 di mattina a 12.40. I bambini sono adorabili e alcuni molto vivaci; sono felici nonostante vivano in condizioni povere , sono sempre sorridenti e si accontentano di ciò che hanno rendendolo speciale. Durante il pomeriggio di solito accompagno Patricia a fare le sue commissioni e visito la città. Ho avuto anche il tempo di viaggiare, sono stata a Otavalo a vedere il mercato indigeno, nella costa, a Tonsupa, Atacames, Puerto Lopez e all' Isla de la plata e anche a Banos, nella Sierra. Mancano 4 giorni al mio rientro in Italia e sento che questa esperienza mi ha permesso di crescere e comprendere alcune delle tante realtà del mondo, mi sento più sicura di me stessa e anche più matura e nonostante la mia breve permanenza credo di aver vissuto, grazie ai bambini e alla mia famiglia, molto a fondo questa cultura, con i suoi pregi e difetti.

Enrica Sintini (Italiana)