Rosa Del Core - STEPS -breve durata in Tanzania 2014

Inserito il 30/05/2014 alle ore 17:14

Quando si decide di partire per un progetto di volontariato, che sia in Africa o altrove, suppongo  che i motivi che spingono a farlo siano simili ai miei:

desiderio di vedere con i propri occhi ciò di cui si sente solo parlare al telegiornale o nelle pubblicità progresso, voglia di mettersi in gioco, di testare se stessi in un ambiente e in condizioni totalmente estranee a quelle del mondo in cui si vive, bisogno di dare, ma soprattutto di lasciare un segno, di aggiungere ‘qualcosa di nostro’.. Ma la verità è un’altra..la verità è che è la tua vita ad arricchirsi di qualcosa; sono le persone, sono i luoghi e (almeno per quello che riguarda me) sono i bambini a dartelo! Dal momento stesso in cui ho messo piede in Tanzania e per tutta la durata del mio soggiorno a Karatu, mi sono imbattuta in persone straordinarie, che mi hanno offerto la loro amicizia, il loro appoggio e il loro aiuto in modo disinteressato e sincero..cosa che, per chi è assuefatto all’opportunismo e all'arrivismo occidentali è piuttosto sconcertante! Questa gente, pur vivendo con ciò che per noi è paragonabile al nulla - e talvolta in condizioni che appaiono assurde ai nostri occhi -  è disposta a dividere con te (un perfetto sconosciuto) quel poco che possiede, a renderti partecipe di ciò che fa, fidandosi di te e trattandoti come un membro della comunità.. Pazzesco! Le difficoltà che ho incontrato sono quelle che avevo preventivato sin dall’ inizio; dovendo andare in Africa sapevo perfettamente che non avrei trovato il cibo, l’acqua e le comodità a cui sono abituata, ma credo che chi voglia intraprende un viaggio come questo possieda quantomeno un minimo di spirito di adattamento oltre  alla volontà di accettare qualche ‘compromesso’. Comunque di sicuro questi piccoli ostacoli non hanno pesato sulla mia esperienza dato che ho deciso di ripeterla e per un periodo anche più lungo..da quando ho lasciato quella gente e quei bambini penso solo a quando potrò vederli di nuovo perché il tempo trascorso nell’orfanotrofio è stato davvero indimenticabile! è incredibile con quanto affetto rispondessero anche alle più piccole attenzioni, la loro voglia di imparare, la  curiosità e l’entusiasmo con cui hanno cercato di coinvolgermi.. mi hanno dato un calore e una tenerezza che non mi aspettavo e di sicuro hanno dato a me più di quanto io sia riuscita a dare loro.. La vera impresa è stata dover riprendere la mia vita da dove l’avevo lasciata, dovermi riabituare alla mia quotidianità  dopo averli conosciuti..e lo chiamano ‘terzo mondo’!

 

Rosa Del Core